Distribuzione alberghiera. Quanto siamo arretrati?

Tutti parlano di distribuzione alberghiera di strategie di revenue management. Ma il 90% degli hotel italiani è in mano allo strapotere delle OTA.

Sta terminando anche questa estate che definire diversa è un eufemismo.

Un estate surreale nelle città d’arte, deserte da mesi per mancanza dei turisti internazionali e sicuramente sotto tono nelle altre località turistiche.

Una estate che non ci ha impedito di essere presenti con la nostra rubrica che si è posta l’obiettivo della corretta informazione / formazione. 

Dopo il primo appuntamento che ha delineato le caratteristiche del comparto alberghiero italiano ne è seguito un altro dove abbiamo analizzato l’importanza dei sistemi di controllo di gestione alberghiera. 

Questa volta parleremo della distribuzione alberghiera e delle strategie di revenue management che probabilmente solo nel nostro Paese sono così arretrate in termini di conoscenza.

Formazione

L’arretratezza è data dalla mancanza di formazione adeguata o certificata.

E’ oramai noto che aver assegnato a giovanotti di belle speranze ma senza nessuna formazione teorica quanto pratica un processo così delicato ha contribuito alla distruzione dell’avviamento in intere zone turistiche del nostro Paese.

distribuzione alberghiera

Anni fa consegui il CHIA ( Certification in Hotel Industry Analytics ) l’unica certificazione riconosciuta a livello internazionale per il revenue management e mi sorprese quanto tale certificazione, bagaglio minimo quanto indispensabile per i professionisti fuori i confini italiani sia così poco diffusa nel nostro Paese.

Uno dei motivi forse è che tutto il percorso ha a che fare con la materia statistica ed in particolare quella campionaria oltre che la conoscenza perfetta dei benchmark di riferimento materie da sempre considerate ostiche nel nostro Paese.

La certificazione permette di avere un quadro piuttosto ampio delle logiche che sono alla base della distribuzione alberghiera e quindi della vendita del prodotto.

Un prodotto che può essere semplice ( solo camera ), mediamente complesso ( camere , ristoranti, sale meeting) quanto complesso ( hotels e resort di grandi dimensioni con spazi dedicati allo show-biz ed altro ).

Segmentazione

Purtroppo nel nostro Paese non è chiaro il concetto di segmentazione.

Ho sull’argomento speso fiumi di parole in incontri, seminari, articoli e non vorrei qui ripetermi

Vedere però che ad oggi gli unici canali di distribuzione sono le OTA e gli altri segmenti non si programmano ne si impostano ne tantomeno si analizzano nei loro comportamenti da’ la chiara misura della arretratezza del comparto.

 È altresì evidente che proprio da questa mancata analisi e programmazione che nasce lo strapotere dei portali.

Uno strapotere che ha debilitato così tanto l’avviamento degli hotels da farlo evaporare lasciando praticamente la struttura alberghiera assolutamente non libera di decidere le sorti del proprio destino.

Senza le basi non si può costruire l’altezza recita un vecchio detto. Le basi quelle che effettivamente mancano.

Abbiamo ancora molto lavoro da fare.

by Roberto Necci

Roberto Necci

Roberto Necci è un personaggio importante nell'industria alberghiera italiana è ,infatti, il Presidente del Centro studi di Federalberghi Roma e vice Presidente Federalberghi Roma. Imprenditore decennale del settore alberghiero, vanta una rinomata esperienza in ristrutturazioni aziendali, analisi e gestione di criticità gestionali. Rinomato esperto di finanza strutturata e di amministrazione legale con particolare riferimento alla contrattualistica del lavoro, dirige una personale società di consulenza che si occupa di seguire le riorganizzazioni aziendali e il rilancio commerciale di numerosi alberghi italiani. Si occupa inoltre di docenza in diversi Master di Hospitality Management e dal 2020 cura una rubrica dedicata all'hotel management sul sito hotelmanager.net con numerosi approfondimenti sulle tematiche del settore che sta vivendo dei grandi cambiamenti.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share