I Nuovi Trend del Turismo

In che direzione stanno andando le nuove tendenze turistiche? Quali saranno le richieste e le aspettative dei nuovi utenti/viaggiatori? Quali le misure che gli albergatori dovranno adottare?

Trend turismo 2012Nell’ultimo report redatto da IHG Trend Report 2012 si evincono quelle che sono le nuove correnti di pensiero che plasmeranno il mondo del travel nei prossimi anni.

Una join venture di esperti del settore, blogger, scrittori, giornalisti di viaggio hanno estrapolato attraverso interviste e inchieste varie i nuovi potenziali punti di sviluppo del turismo on line e off line, venendo a conoscenza di mode e tendenze altamente futuristiche ma che già stanno riscuotendo successo e attenzione da parte dei viaggiatori più informati.

Remapping:
in primo luogo i risultati di questa inchiesta asseriscono che ci sarà un reindirizzamento dei flussi turistici, quindi si denota come i piccoli centri urbani adiacenti alle grosse metropoli stanno sempre più catturando l’attenzione. Nello specifico stanno proliferando le cosiddette “Aerotropolis” (definizione coniata da John Kasarda prof. dell’ Università del Nord Carolina), delle grandi comunità nate nelle vicinanze degli aereoporti pensate e generate completamente in funzione dell’aereoporto. Dubai e la stessa Corea del Sud hanno fatto da apripista, ma è la Cina che rappresenta la vera spinta propulsiva al dilagare di questo fenomeno, basti pensare che è prevista la costruzione di 100 aereoporti entro il 2020, si calcola che il 90% della popolazione cinese entro quella data vivrà a non più di un’ora e mezza circa da un aereoporto.

E’ facile quindi intuire l’importanza per gli albergatori di creare nuove strutture in questi nuovi centri urbani riflettendo come la vicinanza con l’aereoporto assuma un valore intrinseco.

Continuando a parlare di remapping la tendenza più forte del momento, il desiderio che accomuna le nuove generazioni di viaggiatori è rappresentato dalle SPA, è sempre maggiore oggi il desiderio di trascorrere del tempo in questi luoghi senza necessariamente allontanarsi troppo e cercando sempre l’offerta migliore, a quanto ci dice il “Coyle Hospitality Group’s 2011 Global Spa Resort” più della metà degli ospiti di spa hanno usufruito di offerte Groupon.
Ovviamente gli hotel dovranno assecondare queste esigenza, offrendo ai propri clienti servizi sempre più in linea con le loro aspettative.

Brain SPA:
Oggi siamo sottoposti ad una innumerevole quantità di stimoli mentali e l’enorme macchina del progresso ha fatto nascere la necessità di mantenere il proprio cervello attento, ricettivo e affilato come un rasoio. Si sente sempre più il bisogno di allenare la mente, incrementare il QI, sviluppare al massimo tutte le potenzialità celebrali, è su questi propositi che stanno sempre più prendendo piede le “Brain Spa”, luoghi dove è possibile partecipare ad attività stimolanti per la mente.

Gli albergatori dovrebbero quindi cominciare a pensare ad aree, all’interno dei propri hotel, dove gli ospiti possono passare il loro tempo impegnati con attività in grado di sviluppare le condizioni celebrali.

Demo Luxury:
La possibilità di rendere sempre più personale ogni prodotto acquistato attraverso l’aggiunta di dettagli unici che caratterizzano o contraddistinguono ogni singolo individuo, appannaggio fino a poco tempo fà solo di pochi eletti che potevano permettersi cifre astronomiche, è oggi possibile per la grande massa.

Capendo in anticipo questa tendenza gli hotel potranno ad esempio consentire a tutti gli ospiti di sviluppare piani di soggiorno personalizzati, costruiti ad hoc per i propri ospiti o costruendo i servizi intorno a questa nuova esigenza.

The Internet of Things:
La possibilità di utilizzare Internet come fonte per tutti i nostri acquisti è la nuova frontiera, ordinare sul proprio smartphone o sul proprio tablet un prodotto e riceverlo comodamente a casa, fare la spesa direttamente dalla scrivania dell’ufficio.

E’ in questa direzione che devono cominciare a muoversi gli albergatori, dando la possibilità ai clienti di effettuare richieste magari anche prima del loro arrivo in albergo, facendogli trovare i biglietti di un concerto in camera sotto previa richiesta effettuata tramite il web, applicazioni in cui sono presenti menù di bevande o pasti che gli ospiti sceglieranno anticipatamente ecc., è imprescindibile il potenziamento di tutte le strutture wifi.

People Play:
Il desiderio principale dei nuovi clienti/viaggiatori è quello di vivere un esperienza, quale modo migliore dell’intrattenimento attraverso il gioco, le persone vogliono essere coinvolte partecipare ad attività ricreative.

Progettare giochi, lanciare contest, tutto l’engagement in generale sarà l’asso nella manica degl’albergatori per vedere aumentare cospiquamente le prenotazioni, ma sopratutto per la fidelizzazione che passa sempre alcun ombra di dubbio attraverso il coinvolgimento.

Fonte dati: Intercontinental Hotels Group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share