Web Marketing: gli errori più comuni degli hoteliers

Orange Man WebsitesIn questo post cercheremo di evidenziare quelli che sono, ad oggi, gli errori più comuni commessi dagli hoteliers, ovviamente per quanto riguarda la promozione e la gestione online della propria struttura., abbiamo potuto effettuare questa piccola lista perchè per lo più gli sbagli commessi sono sempre gli stessi.

1 Sito Web non curato: cercate di uscire dal circolo vizioso secondo il quale una volta fatto il sito questo possa rimanere nelle condizioni di partenza per sempre. Cercate di aggiornare costantemente il vostro sito, evitando di fargli avere una parte grafica e tecnica a dir poco obsolete, siate sempre in linea con gli standard moderni, solo così avrete risultati soddisfacenti in termini di visibilità

2 Assenza di un booking engine: questo punto va senza dubbio di pari passo con il precedente, molti albergatori hanno la cattiva consuetudine di considerarlo un fattore superfluo, un di più. Al contrario al giorno d’oggi risulta essere di fondamentale importanza, bisogna sempre dare ai clienti la possibilità di scegliere la modalità di prenotazione che più preferiscono. In qualunque momento devono sapere se c’è o meno disponibilità, questo non solo incentiva la prenotazione e fidelizza, ma vi consentirà di risparmiare parecchio tempo.

3 Mancato utilizzo dell’e-mail marketing: questa azione di marketing rimane una delle più adatte a promuovere la vostra struttura, pianificare una mirata a massiccia campagna di newsletter rappresenta un valido incentivo per invogliare i clienti già acquisiti a prenotare e perchè no a fare in modo che questi parlino bene di noi in giro, innescando un benefico passaparola. Ma non basta inviare delle semplici mail con un comune programma, bisogna evolversi, utilizzare uno degli innumerevoli software odierni, che moltiplicano a dismisura il numero di clienti contattati e rendono le e-mail più penetranti, questi vi consentiranno, grazie alla loro tecnologia, di avere traccia di quanti e chi ha realmente aperto il vostro messaggio e di questi quanti hanno cliccato il link che avete inserito.

4 Brand reputation presa sottogamba: siamo nell’era dei social, il web 2.0 impazza, tutti vogliono e possono sapere quante più informazioni possibili prima di spendere dei soldi, per di più reperirle è estremamente semplice, un vero gioco da ragazzi. Tutto questo, molto spesso accade non attraverso i canali ufficiali, quindi tutti gli hoteliers devo dare enorme importanza a cosa si dice di loro in rete, cioè dove oggi nascono le conversazioni. Quindi controllate sempre la vostra brand reputation, sui tutti i principali canali e piattaforme esistenti al giorno d’oggi. Magari fatevi aiutare dai vostri impiegati più giovani, o delegate questo compito all’esterno, ma siate estremamente attenti e sempre recettivi, sono tutte caratteristiche che a lungo pagano.

5 Scarsi investimenti Web marketing: siamo fermamente convinti che tra le note spese, quando viene redatto il bilancio debba per forza esserci la voce marketing online e che debba essere importante come le altre, questa è la via migliore per ottenere successo ed incrementare le vendite. Avere la giusta visibilità sui motori di ricerca, luogo dove oggi il 70% delle persone si reca per prenotare, e decisivo. Evitate di cullarvi sugli allori, siate lungimiranti e al passo con i tempi, mentre ancora siete titubanti se il web marketing sia importante o no, vostri diretti concorrenti, che lo sfruttano a pieno, stanno guadagnando terreno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share