Hotel brand reputation e creazione di valore due topic su cui puntare

Data per scontata l’enorme competitività del mercato “turismo online“, in particolar modo settore albergatori, la garanzia di un valore aggiunto da offrire ai clienti (rispetto ai propri competitor) è sinonimo di successo e risulta a nostro avviso di fondamentale importanza se si vogliono guadagnare quote di mercato.

In una logica di  web marketing turistico vediamo come risulta fondamentale porsi come obbiettivo la creazione di un  “beneficio differenziale”, ovvero il futuro cliente di un hotel deve nettamente trarre vantaggio dalla transazione effettuata, questo aumenterà notevolmente la rispettiva hotel brand reputation.

Questo beneficio differenziale di cui stiamo parlando, è il risultato della differenza fra il valore del servizio offerto e il sacrificio del cliente per ottenerlo, il sacrificio è dato dal costo sborsato.

La strategia da adottare per tutti i manager degli hotel è quella di individuare, in primis, quelli che sono considerati i “value driver”, ovvero i fattori che guidano i comportamenti di acquisto dei clienti e cercare di anticiparne tutte gli eventuali sviluppi e evoluzioni.

E’ nella soddisfazione del cliente che gli operatori del settore devono trovare quella determinante fondamentale in grado di far fare il salto di qualità, un cliente soddisfatto è un cliente che torna e che parlerà sempre bene di noi.

Nel cercare di analizzare quelle che possono essere le principali metodologie sviluppate per creare questo plus, realmente percepito come tale da parte del cliente, dobbiamo per prima cosa capire quali sono i benefici che questa creazione di valore apporta.

Quindi sarà facile appurare come ovviamente ci saranno benefici dal punto di vista economico, ovvero tutti quei vantaggi che al momento dell’ acquisto sono considerarti superiori al costo, è superfluo ribadire come il cliente premierà l’impresa che gli garantirà maggior valore.

Ci saranno senza dubbio benefici psicologici, servizi che risponderanno in pieno a tutte le aspettative di carattere psicologico, tutti noi godiamo di personalità diverse associare un servizio ad una determinata categoria di persone può essere vincente.

Ancora non si possono tralasciare quelli che sono considerati i benefici percepiti, le caratteristiche del servizio offerto (ad esempio come queste hanno un peso fondamentale nella percezione del cliente) giocheranno un ruolo di primaria importanza al momento della prenotazione di una camera.

Le strategie da adottare al fine di sviluppare un piano efficace, che sia in grado di aumentare la propria Brand Authority sono molteplici ma la reale creazione di valore da elargire al consumatore finale si possono raggruppare in tre filoni principali: Utility Value, Community Value, Entertainment Value.

Pensate al successo di cui potrà usufruire quell’hotel che creerà delle iniziative comunitarie (community value) mettendo in contatto individui simili fra loro, formando una comunità basata solo sugli interessi in comune. Questo darà un duplice vantaggio da un lato si farà leva sull’innata voglia degli uomini di sentirsi parte di un gruppo, dall’altro l’impegno a prendere parte a queste comunità sarà raddoppiato, tutti si adopereranno di più con le loro passioni preferite (utility value), il tutto dando alla gente l’opportunità di fare qualcosa di divertente (entertainment value).

Siamo in procinto dell’estate, creare una campagna diversa dalle solite in grado di costruire una hotel brand reputation e valore può consegnare ai responsabili delle varie strutture una grande mole di utenti “nuovi” interessati ma sopratutto già fidelizzati.

 

 

 

6 thoughts on “Hotel brand reputation e creazione di valore due topic su cui puntare

  • Giugno 19, 2012 in 11:20 pm
    Permalink

    complimenti per l’articolo. Credo che la Brand Reputation di un hotel oggi sia un fattore molto rilevante per ottimizzare al meglio tutte le risorse a disposizione. Aumentare la propria Brand Reputation permette ad un hotel di incrementare l’occupazione per le camere che non vengono prenotate dal canale delle Ota. Concordo sul fatto che la BR si deve basare sulla qualità e trasparenza, sia sul we, curando la nostra immagine in ogni profilo esistente, sia dentro il nostro hotel curando ogni minimo particolare per far si che le aspettative di quello che promettiamo tramite i nostri canali di vendita siano reali.

    Rispondi
    • Giugno 20, 2012 in 8:30 am
      Permalink

      ciao alberto grazie per il commento. Concordiamo tutti sul fatto che la Brand Reputation per un Hotel è diventata una delle armi più efficaci per affrontare il mercato al giorno d’oggi.

      Rispondi
  • Pingback: Google Plus: mille possibilità in un +

    • Settembre 24, 2012 in 3:54 pm
      Permalink

      Ciao Alberto, grazie per il tuo commento. L’articolo sul calcolo del ROR è molto interessante e utile per la Brand Reputation di un’hotel.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share