Come sfruttare Google Hotel Finder

Google-HotelFinder1Recentemente attivato anche in Italia, Google Hotel Finder sta divenendo sempre più parte integrante dei risultati delle ricerche. Ovviamente l’impatto, che questa nuova modalità ha avuto, sulle ricerche geolocalizzate è stato imminente, da adesso nelle SERP saranno molto più avvantaggiate tutte le mappe e i PPC, mentre i risultati di natura organica andranno sempre più in fondo alle classifiche.

L’utilizzo è molto semplice, oggi Google da la possibilità ai suoi utenti di immettere una località, le date di arrivo e di partenza e farà visualizzare come risultato una mappa con tutti gli hotel, che hanno quelle caratteristiche, segnalati da un pallino rosso, da qui i risultati si potranno ulteriormente scremare a seconda delle proprie esigenze. Ci sono diversi filtri che consentono di affinare al meglio la propria ricerca.

Cerchiamo quindi di capire come sfruttare al meglio questo nuovo strumento di big G, cominciamo col dire che ad oggi non esiste una modalità certa che garantisce l’inserimento di una struttura su Google Hotel Finder. La casa di Mountain View, percepisce i dati dei rispettivi hotel direttamente dalle OTA dove questi sono inseriti ma anche da siti di recensioni online come TripAdvisor o Yelp, ci potrebbe essere la possibilità che il vostro hotel sia già inserito senza che nessuno lo sappia.

Le regole da seguire sono quelle di fare tutti i procedimenti che si conoscono per aumentare la visibilità sui motori di ricerca, questa farà in modo di aumentare le possibilità che si venga inseriti all’interno della nuova funzione. Il primo step è quello di ottimizzare, o creare se ancora non l’avete, la vostra pagina su Google Plus Local, tutte le informazioni che sono inserite in Google Places saranno certamente recuperate da Hotel Finder.

Come già ribadito numerose volte le recensioni sono FONDAMENTALI, questa nuova modalità di ricerca utilizza il giudizio medio dei review presenti in rete per ottenere i suoi risultati. Siate certi al 100% che tutte le informazioni sulla vostra struttura presenti nel web siano corrette, ad esempio è importante anche aggiornare costantemente le vostre foto, soprattutto se avete recentemente ristrutturato o altro.

L’altro consiglio è quello legato alle OTA, abbiamo detto che Google Hotel Finder, trova tutte le notizie sulle varie strutture dalle compagnie di turismo online che fanno annunci, quindi nonostante tutte le ottimizzazioni che possiate mai fare sul vostro sito, se non siete su nessun portale rischiate di non essere sul nuovo strumento di big G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *