Il web marketing parte da un “ottimo sito”

web-designerIl sito web di un hotel dovrebbe essere il primo contatto con un potenziale cliente, è senza ombra di dubbio il vostro biglietto da visita. Il primo errore in cui molti hotel manager incappano è di pensarlo ed idearlo come una mera brouchure, per definizione statica e unilaterale. Ma deve essere costruito come una vera e propria risorsa, che informi chi lo naviga  e che sia sopratutto dinamico e facilmente accessibile. 

Il primo step è quello di controllare la sua usabilità, per quanto riguarda il caricamento delle pagine, la compatibilità con i diversi browser presenti in rete oggi e l’ottimizzazione per i motori di ricerca (attenzione parliamo di ottimizzazione e non “sovraottimizzazione”) e che sia fruibile dai vari dispositivi mobile di oggi.

Il secondo passo è quello di renderlo altamente comunicativo, riempirlo di contenuti che rendano in qualche modo il vostro albergo particolare per chi lo naviga, miscelare sapientemente la giusta combinazione di informazioni e fattore estetico, deve in un modo o nell’altro rimanere impresso nella mente dell’utente, che se no è coinvolto difficilmente arriverà ad una prenotazione.

L’operazione della costruzione dei contenuti di un sito. può sembrare scontata e banale, in realtà ha molte insidie e deve essere svolta in maniera puntigliosa, perchè è attraverso tali contenuti che il “cliente” si farà un idea di ciò che proponete e delle vostra struttura ed il tutto in  tempi molto molto corti, che naviga non vuole perdere tempo.

Quindi viene da se l’importanza di conoscere attentamente il proprio target di riferimento, in modo da indirizzare un comunicazione più mirata che ci faccia raggiungere in maniera più rapida i nostri obiettivi.

Lo stesso PhocusWright ha recentemente condotto un webinar intitolato “Personalizing the Online Travel Experience“, in cui si evidenzia come la chiave per rendere l’esperienza dell’utente il più personale possibile passa attraverso la giusta targettizzazione del proprio sito.

Un ottimo strumento per capire che tipo di utenti visitano il vostro sito, potrebbe essere Google Analytics, ci dirà la provenienza geografica, tipo di device utilizzato e la lingua, questo ci consentirà di affinare la costruzione del sito, correggendola se serve in corso d’opera.

Per capire meglio dove porre eventualmente rimedio è fondamentale accedere ai dati statistici del motore per riuscire ad analizzare meglio e capire il perchè delle prenotazioni “non” ricevute, per porre rimedio tempestivamente.

Sempre attraverso il tool di Google si possono scoprire quali sono le pagine che recano più traffico, quindi si può stabilire dove intervenire con più attenzione, questo sarà il vostro punto di partenza per per creare da capo o migliorare i contenuti di queste pagine, in modo da abbassare la percentuale di abbandono del sito.

Bisognerà lavorare su ogni aspetto dei contenuti che siano coinvolgenti e stimolanti per l’utente al fine di alzare il più possibile il tetto delle conversioni, il nostro consiglio è quello di usare toni confidenziali, dare del “tu”servirà ad evitare di farli sentire clienti, usate sempre frasi facili e particolarmente brevi (chi legge normalmente va di fretta) e curate con attenzione la grammatica (ne va della vostra credibilità); non riempire il sito con frasi o spunti auto celebrativi; potreste magari concentrare l’attenzione dell’utente sulla destinazione descrivendo le cose belle da vedere e le varie attrazioni che sono presenti, affascinando il cliente. Parlate dei vostri servizi in maniera minuziosa, magari parlare degli ingredienti della vostra colazione esaltandone la freschezza, potrebbe essere un’idea per accattivarsi gli amanti della buona tavola; non dimenticatevi di evidenziare i vantaggi di prenotare direttamente attraverso il vostro sito e spingete la gente a farlo magari attraverso promozioni varie.

Qualche riga sopra abbiamo parlato di ottimizzazione, il nostro suggerimento per tutti gli hotel manager è quello di sacrificare una parte di contenuti in favore delle immagini, con questa mossa avremmo rispettivamente due fattori: aumentare il fattore empatia (la foto dà un piccolo assaggio all’utente della sua tanto sognata vacanza), strizzare l’occhio al posizionamento nei motori di ricerca.

Un elemento molto importante che dovrebbe a nostro avviso essere sempre presente nel portale di un hotel che voglia ottenere successo è quello di dare visibilità alle recensioni che vengono fatte dai nostri clienti, ricordatevi che un utente sceglierà l’hotel dopo aver visto i prezzi aver visionato la località e in seguito ad un attenta lettura delle recensioni presenti in rete. Si potrebbe ad esempio integrare una pagina con tutte le recensioni provenienti dai vari siti che danno la possibilità di recensire appunto un determinato albergo.

Per ultimo, ma non per importanza abbiamo consigliato di offrire all’utente la possibilità di condividere i contenuti a livello Social, è molto positivo che siano ben integrati i pulsanti di Facebook e di Twitter e che siano ben visibili in tutte le pagine del vostro sito, per incentivare l’utente a condividere o mettere il “mi piace”.

Insomma il cammino è lungo ma l’obiettivo è tangibilmente riscontrabile, l’importante è riuscire a creare un sito che vada di pari passo con la sempre crescente voglia dell’utente di essere emozionato e di condividere. E ricordate che è il primo passo verso una campagna di marketing online vincente.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share